Fratelli Bonvini Milano 1909

Benvenuti in questo luogo, nato oltre un secolo fa.
Una bottega storica di Milano dove sono trascorse storie di carta, d’inchiostro, di caratteri tipografici e umani. Un posto che stava sparendo e che insieme a un gruppo di amici abbiamo recuperato, restaurato con cura e restituito alla città.
Abbiamo riaperto la cartoleria tipografia Fratelli Bonvini un anno fa e in questo breve tempo si è già popolata di nuove storie, di reti e relazioni.
I luoghi con una storia hanno questo di speciale: anche se piccoli sono però cavità profonde su cui tendere la pelle del presente e trarne risonanze nuove.

News

27.07.2016
CAMPO GRAFICO

Tra i tanti oggetti che raccontano la storia centenaria dell’attività dei Fratelli Bonvini trovammo, al tempo del restauro, una cospicua e preziosa collezione di Campo Grafico, la rivista fondata nel 1933 dal poliedrico Attilio Rossi (1909 –1994). Campo Grafico fu un periodico innovativo, coraggioso e capace di superare le convenzioni e gli stili ingessati dell’arte…

Tra i tanti oggetti che raccontano la storia centenaria dell’attività dei Fratelli Bonvini trovammo, al tempo del restauro, una cospicua e preziosa collezione di Campo Grafico, la rivista fondata nel 1933 dal poliedrico Attilio Rossi (1909 –1994). Campo Grafico fu un periodico innovativo, coraggioso e capace di superare le convenzioni e gli stili ingessati dell’arte tipo-grafica dell’epoca.
Attilio Rossi diede vita al periodico quando aveva solo 24 anni, con l’ambizione di aprire gli orizzonti creativi dell’arte tipografica proponendo le esperienze del Bauhaus e delle nuove tendenze artistiche che si stavano affermando in Europa. Campo Grafico, oggi conservata nei più grandi musei di design del mondo, uscì in 66 numeri con la missione di diffondere la versatilità della tipografia e l’influenza della modernità, esprimendo anche una brusca vis polemica nei confronti della rivista concorrente “Risorgimento Grafico” diretta allora dal tipografo Raffaello Bertieri, considerato ridondante e conservatore.
Quasi tutta la collezione di Campo Grafico (che cessò le pubblicazioni nel 1939) verrà presto resa disponibile per la consultazione in negozio a chi ne farà richiesta. Non un solo numero di Risorgimento Grafico è stato ritrovato in tipografia: l’indizio fa ritenere che i Fratelli Bonvini si schierassero per le composizioni meno convenzionali, esattamente come rivelano i tanti ed eclettici cliché emersi dai cassetti.
19.06.2016
QUADERNI DI PROSA E D’INVENZIONE

“Che cosa fanno i leoni aspettando il domatore? Ripassano la parte”. E voi? Venite a scoprire il “Taccuino del marziano” di Ennio Flaiano e tutti gli altri libri editi da Henry Beyle. Festeggiamo insieme i primi 50 titoli della collana Quaderni di prosa e di invenzione, giovedì 23 giugno dalle 18.00.

“Che cosa fanno i leoni aspettando il domatore? Ripassano la parte”. E voi?
Venite a scoprire il “Taccuino del marziano” di Ennio Flaiano e tutti gli altri libri editi da Henry Beyle.
Festeggiamo insieme i primi 50 titoli della collana Quaderni di prosa e di invenzione, giovedì 23 giugno dalle 18.00.

04.06.2016
Mostra “Monografia”

Lunedì 6 Giugno alle 18,00 inauguriamo la Mostra “Monografia” 12 lavori di Nazzareno Guglielmi aventi un unico oggetto ispiratore, la sezione aurea. 1,618….è un numero irrazionale e algebrico che, per le sue proprietà matematiche e geometriche ha rappresentato in diversi momenti storici e culturali sia un ideale di bellezza che un indizio di legame tra…

Lunedì 6 Giugno alle 18,00 inauguriamo la Mostra “Monografia” 12 lavori di Nazzareno Guglielmi aventi un unico oggetto ispiratore, la sezione aurea.

1,618….è un numero irrazionale e algebrico che, per le sue proprietà matematiche e geometriche ha rappresentato in diversi momenti storici e culturali sia un ideale di bellezza che un indizio di legame tra macrocosmo e microcosmo e tra l’universo e la natura.

Nazzareno Guglielmi sviluppa, in compagnia di ospiti illustri (Fibonacci, Magritte, Leonardo, ecc.), la propria ricerca poetica e artistica sulla seziona aurea riempiendo occhi e mente degli spettatori di nuove domande e curiosità.

Un biglietto/opera di Nazzareno Guglielmi sarà stampato nella serata e donato ai partecipanti.

Vi aspettiamo alle 18,00

via Tagliamento 1, Milano